Il sito utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi.

Per maggiori informzioni sui cookie (con istruzioni per eliminarli e navigare anonimi) consulta l'informativa sui Cookie

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Corso PRIMO livello VITOVSKA

vitovska O1CONCLUSO A GENNAIO 2015

presso: "INNOCENTI WINES", via Cassia Nord 2/f, POGGIBONSI

Direttore di Corso: MASSIMO MIGLIORINI

CALENDARIO LEZIONI

n. 1 Funzioni del Sommelier - Martedì 07 Ottobre 2014

n. 2 Fisiologia dei Sensi - Martedì 14 Ottobre 2014

n. 3 Analisi Sensoriale - Martedì 21 Ottobre 2014

n. 4 Viticoltura - Martedì 28 Ottobre 2014

n. 5 Enologia 1: Vinificazione 1 "dal mosto al vino" - Martedì 04 Novembre 2014

n. 6 Enologia 2: Vinificazione 2 "l' affinamento, l'invecchiamento, evoluzione dei vini, i diversi contenitori, l'imbottigliamento, le chiusure" - Martedì 11 Novembre 2014

n. 7 Enologia 3: gli spumanti - Martedì 18 Novembre 2014

n. 8 Enologia 4: Vini speciali - Martedì 25 Novembre 2014

n. 9 Enologia 5: Compendio ai Vini speciali - Martedì 02 Dicembre 2014

n.10 Legislazione vitivinicola - Mercoledì 10 Dicembre 2014

n.11 I distillati - Martedì 16 Dicembre 2014

n.12 Le birre e altre bevande - Mercoledì 07 Gennaio 2015

BREVE APPROFONDIMENTO SUL VITIGNO VITOVSKA
La Vitovska, nome scelto dal direttore Massimo Migliorini per il suo primo corso, è un vitigno autoctono a bacca bianca, presente da tempo immemore nella regione del Friuli diffuso soprattutto nella provincia di Trieste e la confinante Slovenia.
Il nome evidentemente sloveno, si deve con molta probabilità alla cittadina di Vitolje.
Il vitigno presenta grappoli di forma piramidale e compatti, con bacche sferiche, verdi.
La zona di coltivazione è quella del Carso, su terreni di rocce bianco-grigie, chiaramente calcarei, identificativi proprio di quell'area, con una buona componente gessosa.
Dalle uve Vitovska si vinificano vini di buona personalità e spessore, semiaromatici con una gamma olfattiva tutta incentrata sul fruttato e l'erbaceo.
Secondo i casi, esprime i profumi delicati di fiori di campo, fieno, pera Williams, agrumi e salvia, che si fondono con un deciso sentore di pietra focaia
In bocca la spiccata freschezza si apre a note salmastre, sapide e minerali, per chiudere con sentori lievemente mandorlati. Un vino che grazie alla buona acidità è anche molto longevo, con caratteristiche che, in alcuni casi, lo possono addirittura avvicinare ai Riesling del Reno. Ottimo come aperitivo, a tavola si rivela particolarmente versatile, e si sposa con antipasti leggeri di pesce, sushi, primi piatti di pesce, secondi a base di delicate carni bianche e con formaggi freschi.
Un vitigno estremo e così fortemente territoriale, che non si conoscono delle varietà simili in tutto il Mediterraneo. Un vitigno di confine, spesso in passato vinificato in assemblaggio con altre uve, soprattutto con la Malvasia Istriana, ma che sempre più spesso è proposto nella sua cristallina purezza.